GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 88 visitatori e nessun utente online

 

 

 

LU BANNU DI CESARI



 

L'intera partitura per pianoforte, fisarmonica, basso e con accordi per la chitarra fa parte libro "LE PIU' BELLE CANZONI NATALIZIE E NINNE NANNE SICILIANE"
In questo libro sono raccolte le partiture ed i testi delle seguenti canzoni siciliane 

A LA NOTTI DI NATALI

ACQUA NIVI E VENTU FORTI  

BAMMINEDDU PICCILIDDU

CH'E' DUCI STU FIGGHIU  

CUGGHIEMU ROSI E PAMPINI  

DIU VI MANNA L'AMBASCIATA

DORMI GESUZZU

FILASTROCCA A LU BAMMINU

LA CIARAMEDDA

LA SACRA SANTA NOTTI DI NATALI

LLORIA LLORIA A DIU

LU BANNU DI CESARI  

NASCIU NAUTRU SULI  

NI LA NOTTI TRIUNFANTI 

NINU NINU LU PICURARU 

ORA VENI LU PICURARU

PALUMMEDDA IANCA IANCA 

QUANNU DIU S'AVIA 'NCARNARI 

SUTTA 'NPEDI

LE NINNE NANNE SICILIANE

A SIMINZINA

AVO'

CU TI L'HA FATTU STU SCIALLINU OHINE'

FIGGHIU BEDDU

LA NACA DI GESU' BAMMINU

NANNA NINNA

NINNA NANNA (La Perna)

NINNA NANNA DI LA GUERRA

SANT'ANTUNINU

SANT'ANTUNINU CALATI CALATI

TERRA CA NUN SENTI

 Nello stesso libro vi sono dei saggi su:
 LE FONTI DEL CANTO POPOLARE  - IL CANTO SICILIANO E LA STRUTTURA POETICA - LA STRUTTURA MUSICALE DELLA CANZONE POPOLARE -
 GLI STRUMENTI MUSICALI E LA DANZA

Il libro può essere ordinato scrivendo email a Nicolò La Perna Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   cell: 3393269071 costo €: 7,00


Quannu Cesari ittau

ddu gran bannu rigurusu,

San Giuseppi si truvavu

'nda la chiazza rispittusu.

San Giuseppi era cunfusu,

comu fazzu ccu Maria ?

siddu senti chistu bannu

voli veniri cu mia.

E Maria c' ha rispunnutu:

fatta sia la vuluntati!

comu Diu l'ha dispunutu

vegnu dunni mi purtati.

San Giuseppi caminava

' nde muntagni foschi e scuri

San Giuseppi cu Signuri

arridutti a li fridduri

Ed allura ci cumparsi

dda davanti un pellegrinu;

unni iti bona genti

ccu sti grandi friddurati

Itivinni a ddi cuntrati

c'è na grutta arriparata

dda c'è paglia l'addumati

risturati la nuttata

Sennu dda Maria arrivata

vitti un voi e na mangiatura

du armaluzzi alla scurata

pocu fenu e pagliatura

Ralligrativi pastura,

già che è natu lu Missia

Bettilemme e li fridduri

nascì in brazza di Maria

A quatt'uri di la notti

San Giuseppi ci dicia

haiu fattu quantu potti

chiù nun pozzu spusa mia

E arrivaru li tri Magi

cu la stidda in cumpagnia

e li doni ci purtanu

p'adurari lu Missia


                                                                   

Quando Cesare divulgo

quel gran bando rigoroso

San Giuseppe si trovò

nella piazza rispettoso.

San Giuseppe era confuso,

come faccio con Maria?

se ella sente questo bando

vuole venire con me.

E Maria gli ha risposto:

fatta sia la volontà di Dio

giacchè Dio ha così disposto

vengo dove mi portate.

San Giuseppe camminava

tra le montagne fosche e buie

San Giuseppe col Signore

ridotti al freddo.

Ed allora gli comparve

la davanti un pellegrino;

dove andate buona gente

con questo gran freddo.

Andate in quelle contrade

c'è una grotta riparata

la c'è paglia, la bruciate

ristorate la nottata.

Essendo la, Maria arrivata

vide un bue e una mangiatoia

due animali al buio

un pò di fieno e paglia.

Rallegratevi pastori,

perchè è nato il Messia

Betlemme al freddo

è nato in braccia a maria

Verso le quattro ore della notte

San Giuseppe gli diceva

ho fatto quanto ho potuto

più non posso sposa mia.

E arrivarono i Re Magi

con la stella in compagnia

e i doni gli portarono

per adorare il Messia

ASCOLTA LA CANZONE audio