GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 79 visitatori e nessun utente online

 

 

 

CHE DUCI STU FIGGHIU

testo e musica Francesco Arena

interpretaziome canora Adele LaFace



 

L'intera partitura per pianoforte, fisarmonica, basso e con accordi per la chitarra fa parte libro "LE PIU' BELLE CANZONI NATALIZIE E NINNE NANNE SICILIANE"
In questo libro sono raccolte le partiture ed i testi delle seguenti canzoni siciliane 

A LA NOTTI DI NATALI

ACQUA NIVI E VENTU FORTI  

BAMMINEDDU PICCILIDDU

CH'E' DUCI STU FIGGHIU  

CUGGHIEMU ROSI E PAMPINI  

DIU VI MANNA L'AMBASCIATA

DORMI GESUZZU

FILASTROCCA A LU BAMMINU

LA CIARAMEDDA

LA SACRA SANTA NOTTI DI NATALI

LLORIA LLORIA A DIU

LU BANNU DI CESARI  

NASCIU NAUTRU SULI  

NI LA NOTTI TRIUNFANTI 

NINU NINU LU PICURARU 

ORA VENI LU PICURARU

PALUMMEDDA IANCA IANCA 

QUANNU DIU S'AVIA 'NCARNARI 

SUTTA 'NPEDI

LE NINNE NANNE SICILIANE

A SIMINZINA

AVO'

CU TI L'HA FATTU STU SCIALLINU OHINE'

FIGGHIU BEDDU

LA NACA DI GESU' BAMMINU

NANNA NINNA

NINNA NANNA (La Perna)

NINNA NANNA DI LA GUERRA

SANT'ANTUNINU

SANT'ANTUNINU CALATI CALATI

TERRA CA NUN SENTI

 Nello stesso libro vi sono dei saggi su:
 LE FONTI DEL CANTO POPOLARE  - IL CANTO SICILIANO E LA STRUTTURA POETICA - LA STRUTTURA MUSICALE DELLA CANZONE POPOLARE -
 GLI STRUMENTI MUSICALI E LA DANZA

Il libro può essere ordinato scrivendo email a Nicolò La Perna Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   cell: 3393269071 costo €: 7,00

CH'E DUCI STU FIGGHIU 

Francesco Arena

E' natu u Signuri, Gesù Nazzarenu
nisciu 'nti na stadda di pagghia e di fenu,
viniti, viditi massari e pasturi
chi occhi lucenti, chi mani d'amuri

Ch'è duci stu figghiu, 
ch'è bella sta mamma,
chi stidda lucenti stasira chi c'è.
Ch'è duci stu figghiu, 
ch'è bella sta mamma,
stanotti è vinutu daveru lu Re.


Cui t'amu di tutti
priamo cantandu
finiu di cianciri
portati frumentu,
stu chiantu facimu, circannu perdunu 
pi tutti i piccati, cca fimu ognunu.


Ch'è duci stu figghiu, 
ch'è bella sta mamma,
chi stidda lucenti stasira chi c'è.
Ch'è duci stu figghiu, 
ch'è bella sta mamma,
stanotti è vinutu daveru lu re.


Sta genti pirduta chi stava aspittandu,
tu porti la paci, Signuri, priandu,
stu mundu era oscuru, senza na luci
mo vidi lu jornu e senti na vuci.

Ch'è duci stu figghiu, 
ch'è bella sta mamma,
chi stidda lucenti stasira chi c'è.
Ch'è duci stu figghiu, 
ch'è bella sta mamma,
stanotti è vinutu daveru lu re.

                                                                

COM'E' DOLCE QUESTO FIGLIO



E' nato il Signore, Gesù Nazzareno
è nato in una stalla di paglia e di fieno,
venite vedete contadini e pastori,
che occhi lucenti, che mani d'amore. 

Com'è dolce questo figlio,
com'è bella questa mamma,
che stella lucente che c'è questa sera.
Com'è dolce questo figlio,
com'è bella questa mamma,
questa notte è venuto davvero il Re.


A chi t'ama fra tutti 
preghiamo cantando 
ha finito di piangere,
portate frumento,
piangiamo, cercando perdono
per tutti i peccati, che abbiamo fatto ognuno.


Com'è dolce questo figlio,
com'è bella questa mamma,
che stella lucente che c'è questa sera.
Com'è dolce questo figlio,
com'è bella questa mamma,
questa notte è venuto davvero il Re.


Per questa gente perduta che stava aspettando,
tu porti la pace, Signore, pregando,
questo mondo era oscuro, senza una luce
ora vede il giorno e sente una voce.


Com'è dolce questo figlio,
com'è bella questa mamma,
che stella lucente che c'è questa sera.
Com'è dolce questo figlio,
com'è bella questa mamma,
questa notte è venuto davvero il Re

ASCOLTA LA CANZONE cantata da AdeLe LaFace