GTranslate

CANTASTORIE

RICETTE SICILIANE

Chi è online

Abbiamo 238 visitatori e nessun utente online

 

LA MAFIA E LI PARRINI

testo: Ignazio Buttitta

canta Rosa Balistreri

                                       

 

 

 

 

 

MAFIA E PARRINI
testo di Ignazio Buttitta
musica di Otello Profazio
La mafia e li parrini
si déttiru la manu
poviru cittadinu,
poviru paisanu
E mafia e parrini
si déttiru la manu.
E mafia e parrini
si déttiru la manu
La mafia e li parrini
eterna sancisuca
poviri cittadini
poviru paisanu
E mafia e parrini
si déttiru la manu.
E mafia e parrini
si déttiru la manu
Unu jsa la cruci
l’autru punta e spara
unu minaccia ‘nfernu
l’autru la lupara
E mafia e parrini
si déttiru la manu.
E mafia e parrini
si déttiru la manu
Chi semu surdi e muti (1)
rumpemu sti catini
Sicilia voli gloria
né mafia e né parrini
E mafia e parrini
si déttiru la manu.
E mafia e parrini
si déttiru la manu

1) preso dall’invocazione al patrono licatese Sant’Angelo
“ E chi semu surdi e muti… viva Sant’Angilu”

          

 

 

MAFIA E PRETI

La mafia e i preti
si diedero la mano
povero cittadino,
povero paesano.
E mafia e preti
si diedero la mano,
E mafia e preti
si diedero la mano,
La mafia e i preti
eterna sanguisuga
povero cittadino,
povero paesano.
E mafia e preti
si diedero la mano,
E mafia e preti
si diedero la mano,
Uno alza la croce,
l’altra punta e spara
uno minaccia l’inferno
l’altra la lupara.
E mafia e preti
si diedero la mano,
E mafia e preti
si diedero la mano,
Che siamo sordi e muti
rompiamo queste catene,
la Sicilia vuole gloria
né mafia, né preti.
E mafia e preti
si diedero la mano,
E mafia e preti
si diedero la mano.

             

 

 

Questo video con la canzone è stato preso da You Tube
http://www.youtube.com/watch?v=JR1hBFufXsc

Tanti libri sono stati scritti sul rapporto tra mafia e preti a conferma di un problema reale. In molti paesi siciliani il rapporto è stato strettissimo e questo non è passato inosservato a Buttitta, poeta siciliano molto attento ai fenomeni sociali della Sicilia del dopoguerra.
La canzone trova Ignazio Buttitta e Rosa Balistreri in totale accordo sul rapporto tra mafia e preti. La mafia minaccia con la lupara e il prete alzando la croce l’inferno.
(vedi capitolo Rosa e il fenomeno mafioso nella sezione approfondimenti ed argomenti monotematici)

Nicolò La Perna

interpretazioni di altri artisti

http://www.youtube.com/watch?v=cHnpSxVnljA
Otello Profazio

http://www.youtube.com/watch?v=xrgfIvL_Ua8
Marina Rei

http://www.youtube.com/watch?v=0wFO2jSI6Zg
Peppe Voltarelli

http://www.youtube.com/watch?v=W6GcsOnU-As
Colapesce

http://www.youtube.com/watch?v=1srLY1pVCF4
Kaiorda

http://www.youtube.com/watch?v=5lu95YxMNDw
Joe Fallisi